Rinnovo Patente: Costi, Scadenza, Documenti e Procedura

Scopri come eseguire il rinnovo della tua patente di guida ed i costi che devi sostenere leggendo questo articolo. Se sei capitato in questo articolo probabilmente ti trovi davanti alla scadenza della tua patente oppure ti sei appena reso conto che la tua patente è scaduta. Vuoi perciò conoscere le modalità per eseguire il rinnovo della tua patente, quali sono i costi e come è da eseguire. In questo articolo però parleremo anche dell’emergenza Covid 19 che in via del tutto eccezionale ha momentaneamente cambiato alcune cose nei confronti dei rinnovi della patente.

Emergenza Covid- 19 cos’è successo

Con la pandemia e il periodo di quarantena, nonché con le norme di sicurezza e la chiusura dei vari esercizi commerciali ed uffici adibiti al pubblico ci sono stati diversi cambiamenti. Per tutto il periodo della quarantena era possibile rinnovare la patente di guida solo esclusivamente agli automobilisti professionisti ossia a tutti quei lavoratori che guidano un mezzo di trasporto. Per tutti gli altri il rinnovo è stato momentaneamente sospeso.

Con la riapertura graduale degli esercizi sono ripartiti anche i rinnovi di patente classici, per ovviare però ai possibili assembramenti e agli uffici strapieni di automobilisti che vogliono rinnovare la loro patente si è apportata una modifica temporanea alla validità di tutte le patenti in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 30 dicembre 2020 rendendole valide fino al 31 dicembre 2020. Questo vale per tutti gli automobilisti presenti sul territorio nazionale.

A definire questo prolungamento è arrivato il prolungamento dello stato di emergenza Covid 19 fino al 15 ottobre 2020. La Direzione generale della Motorizzazione ha così definito con una circolare la nuova scadenza e la conferma di validità delle patenti fino al 30 dicembre 2020. Inoltre i fogli rosa che hanno una scadenza compresa tra il 01 gennaio 2020 e il 15 ottobre 2020 sono stati prorogati fino al 13 gennaio 2021.

Come funziona il rinnovo classico della patente

Al di fuori dell’emergenza Coronavirus però il rinnovo della patente segue delle direttive abbastanza precise. Ognuno di noi può verificare la scadenza della sua patente leggendo la parte frontale al punto 4b dove appunto è indicata la scadenza del documento.

Lo stato italiano ha delle regole ben precise per le scadenze delle varie patente di guida che si differenziano in base agli anni del guidatore e in base al tipo di patente che si ha a disposizione. Ecco le tempistiche di scadenza in base al tipo di patente e all’età:

  • Patente A: ogni 10 anni fino ai 50 anni di età, ogni 5 anni tra i 50 e i 70 anni, ogni 3 anni dai 70 anni in poi, ogni 2 anni a partire dagli 80 anni di età.
  • Patente B: ogni 10 anni fino ai 50 anni di età, ogni 5 anni tra i 50 e i 70 anni, ogni 3 anni dai 70 anni in poi, ogni 2 anni a partire dagli 80 anni di età.
  • Patente C: ogni 5 anni fino ai 65 anni di età, ogni 2 anni dopo i 65 anni di età.
  • Patente D: ogni 5 anni fino ai 60 anni di età, ogni anno dopo i 60 anni di età.

Come eseguire il rinnovo della patente B

La patente più richiesta e più utilizzata è sicuramente la patente B che ci permette di guidare automobili di ogni cilindrata. Si può eseguire il rinnovo a partire già da 4 mesi prima della scadenza della patente. Per eseguire il rinnovo possiamo rivolgerci alle autoscuole convenzionate, all’ACI, alla Motorizzazione Civile e all’ASL. I costi variano a seconda dell’ufficio al quale ci andremo a rivolgere, sicuramente nelle autoscuole il rinnovo ha un costo superiore rispetto agli altri.

Come eseguire il rinnovo per i diabetici?

Se si è affetti da diabete le regole del rinnovo sono leggermente differenti. Sarà infatti necessario eseguire una visita oculistica approfondita con un controllo glicemico. Sulla base dei risultati ai due esami il medico stabilirà ogni quanto dovrà essere eseguito il rinnovo, è possibile che si possa eseguire nei tempi previsti dalla legge oppure che si richieda il rinnovo ogni 3 anni.

Come eseguire il rinnovo di patente per gli epilettici

Se si soffre di epilessia il discorso è diverso. Il rinnovo sarà da eseguire ogni 2 anni ed in aggiunta alla visita oculistica è richiesta anche una visita neurologica. Qualora si evidenzi che in 10 anni non si hanno avuti episodi di crisi epilettiche il paziente si ritiene guarito e quindi potrà tornare alle modalità di rinnovo classico previste per legge in base all’età.

Se siamo all’estero come fare?

Se ti sei trasferito all’estero dovrai rivolgerti alle autorità presenti sul territorio che si assicureranno di eseguire il rinnovo della tua patente. Il rinnovo della patente sarà valido sia per il territorio italiano che per l’estero.

Quali documenti occorrono per il rinnovo?

Per eseguire il rinnovo si dovrà eseguire una visita medica che ha un costo variabile a seconda del luogo dove ci rivolgiamo. I documenti necessari da portare per il rinnovo sono:

  • Patente di guida
  • Carta d’identità o passaporto
  • Tessera sanitaria
  • 2 foto tessera
  • Certificazioni per eventuali patologie ed occhiali da vista.

C’è però da pagare anche dei bollettini per poter eseguire il rinnovo della patente, in base all’ufficio a cui vi rivolgerete dovete assicurarvi che siate voi a doverlo fare. Molto spesso si occupa tutto l’ufficio al quale ci rivolgiamo. Ad esempio l’ACI fa tutto per noi e sarà lei ad occuparsi anche del pagamento del bollettino.

In caso contrario dovrai portare con te la copia delle ricevute di pagamento dei bollettini eseguita. Sono due differenti:

  • 10,20 € su C/C 9001 intestato al Ministero dei Trasporti
  • 16 € su C/C 4028 per imposta di bollo.

Rinnovo della patente costi:

il rinnovo della patente ha dei costi, oltre ai due bollettini sopra citati dovremo poi pagare:

  • 6,8 € per la spedizione della patente con posta assicurata
  • Costo della visita medica che può variare tra i 60 e i 90 euro.

Possiamo perciò dire che il costo medio per il rinnovo della patente si aggira intorno ai 100/130 euro.

Dove rinnovare la patente

La patente, come abbiamo già anticipato, può essere rinnovata in diversi uffici, vediamo dove precisamente:

  • ASL di appartenenza
  • Motorizzazione Civile
  • ACI
  • Scuole Guida
  • Medici Professioni Privati Abilitati al rilascio del rinnovo della patente.

In cosa consiste la visita medica?

La visita medica eseguita dal medico prescelto è un esame approfondito della vista. Verificherà la vostra capacità di vedere, la sensibilità al contrasto, la visione crepuscolare, l’eventuale sensibilità all’abbagliamento con il tempo di recupero. Qualora il medico ritenga che siete in grado di poter guidare allora darà esito positivo alla visita e convaliderà il rinnovo della patente.

Come avere la nuova patente?

Una volta eseguite tutte le pratiche e la visita sarà la Motorizzazione Civile che invierà a casa o presso un ufficio prescelto la nuova patente. Potete comunque circolare anche se non avete la nuova patente di guida dal momento che al termine della visita il dottore rilascerà un documento sostitutivo della patente che vi permetterà di guidare.

I tempi per ricevere la nuova patente si aggirano in torno ai 10/15 giorni in caso di ritardi o di problemi potete contattare il numero verde 800 979 416.

Sanzioni per la patente scaduta

Se si è fermati a guidare con una patente di guida scaduta la multa, come previsto dall’articolo 126 del Codice della Strada, si aggira tra i 159 e i 594 euro. Inoltre in caso di incidente non siete coperti da assicurazione e dovrete perciò pagare di tasca vostra anche se la colpa dell’incidente non è la vostra.

Come rinnovare una patente già scaduta da anni?

Se la tua patente è scaduta da diverso tempo puoi comunque eseguire il rinnovo purché non sia scaduta da più di 3 anni. Le modalità sono le stesse per il classico rinnovo. Qualora invece la patente è scaduta da più di tre anni o si ritiene che tu non abbia più le capacità per poter essere ritenuto idoneo alla guida allora dovrai rieseguire gli esami teorici e pratici per il conseguimento della patente.

Leave a Reply