La patente di guida è un documento necessario per poter guidare autoveicoli e motoveicoli di diversa cilindrata. È rilasciata da enti specifici predisposti dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, che prima conoscevamo con il termine di Motorizzazione. Per ottenere la patente è necessario eseguire un esame teorico ed un esame pratico, questi due esami si possono eseguire in qualsiasi Stato dell’Unione Europea, generalmente però ci si rivolge ad un ente presente nel proprio comune di residenza.

La patente è considerata un documento di riconoscimento come previsto dal D.P.R. n° 445/2000 art. 35. Esistono differenti tipologie di patenti di guida ed in questo articolo ti illustreremo tutte le caratteristiche ad esse correlate. Prosegui questa lettura e conosci ogni informazione sulle patenti di guida.

Tipologie di patenti di guida

Le categorie di patenti di guida attualmente in vigore sono 15 e sono entrate in vigore a partire dal 19 gennaio 2013. Vediamo quali sono:

  • Patente AM questo tipo di patente può essere conseguita a partire dai 14 anni di età e permette di guidare ciclomotori a due o tre ruote e quadricicli leggeri. Fino ai 18 anni di età però non si possono portare passeggeri con se.
  • Patente A!: si può conseguire a partire dai 16 anni di età ti permette di guidare motocicli a due o tre ruote con una cilindrata massima di 135cc ed una potenza non superiore ai 11kw. Inoltre puoi guidare tricicli fino a 15 kw di potenze e macchine agricole con una velocità non superiore ai 40km/h.
  • Patente A2: si può conseguire a partire dai 18 anni di età ed abilita alla guida di motocicli a due o tre ruote fino a 35 kw.
  • Patente A: può essere conseguite a partire dai 20 anni e se si è già in possesso della A2 da almeno 2 anni, altrimenti potrai conseguirla a 24 anni e ti permette di guidare motocicli a due o tre ruote senza limiti di potenza.
  • Patente B1 puoi conseguirla a 16 anni e ti permette di guidare quadricicli non leggeri.
  • Patenti B: si può conseguire a partire dai 18 anni di età e ti permette di guidare veicoli fino ad 8 posti a sedere escluso il conducente, mezzi di una massa a vuoto fino a 3500 kg, macchine agricole e macchine operatrici.
  • Patente BE: si può conseguire a partire dai 18 anni di età e permette di guidare veicoli con una motrice pari a quella della patente B, ti permette di guidare rimorchi la cui massa con la motrice non superi i 4250 kg.
  • Patente C1: si può conseguire a 18 anni di età e ti permette di guidare veicoli con massa superiore ai 3500 kg ma non superiore ai 7500 kg.
  • Patente C1E: si può conseguire a partire dai 18 anni di età e ti permette la guida di veicoli con motrice che puoi guidare con patente C ma anche con rimorchio la cui massa non sia superiore ai 750kg.
  • Patente C: puoi conseguirla a partire dai 21 anni di età e ti permette di guidare veicoli con massa superiore ai 3500 kg.
  • Patente CE: puoi conseguirla sempre a partire dai 21 anni di età e ti permette la guida di veicoli complessi composti da una motrice come per la patente C ed un rimorchio con massa superiore ai 750 kg.
  • Patente D1 è possibile conseguirla a partire dai 21 anni di età ed abilita alla guida di veicoli per il trasporto di persone, non più di 16 conducente escluso, sono inoltre veicoli dalla lunghezza massima di 8 metri.
  • Patente D1E: si può conseguire a partire dai 21 anni di età e permette la guida di veicoli complessi composti da una motrice uguale a quella per la patente D1 ma con un rimorchio la cui massa superi 750 kg.
  • Patente D: si può conseguire a 24 anni di età ed è abilitata alla guida di veicoli con trasporto di persone e rimorchio non superiore ai 750 kg.
  • Patente DE: si può conseguire a 24 anni di età e permette la guida di veicoli uguali a quelli per la D ma con un rimorchio con massa superiore di 750 kg.

Patente a punti

Ad ogni patente che viene rilasciata è assegnato un tot di numeri pari a 20 e viene registrato all’interno dell’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida del Dipartimento dei trasporti terrestri del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Il punteggio può diminuire se si eseguono violazioni al Codice della strada insieme ovviamente alla classica sanzione pecuniaria.

Requisiti

Per ottenere la patente bisogna dimostrare di essere in possesso dei requisiti richiesti, vediamo nei prossimi paragrafi quali requisiti bisogna avere.

Fisici e psichici

Quando si vuole prendere la patente si viene sottoposti ad una visita medica per il controllo del proprio stato fisico e psichico. La visita è effettuata presso l’ufficio dell’Azienda Sanitaria Locale presente sul territorio. La visita è eseguita da un medico con particolari ambiti nel servizio sanitario. Per alcune persone appartenenti a categorie precise come mutilati o minorati fisici si ha bisogno di eseguire l’esame davanti alla commissione medica locale, ogni provincia ne ha una presso le aziende sanitarie locali.

Requisiti Morali

La patente di guida può essere revocata dal Prefetto in alcuni casi come ad esempio in persone ritenuti delinquenti abituali, professionali o a categorie di persone sottoposte a misure di sicurezza personali e preventive. Può essere ritirata la patente anche come pena detentiva nel caso in cui possa agevolare alla commissione di reati della stessa natura.

Come viene rilasciata la patente?

Per conseguire la patente si ha bisogno di eseguire un test teorico, solo se il test teorico sarà superato allora si potrà dare il test pratico. Alla fine del test pratico se passato con esito positivo il candidato potrà ritirare la sua patente di guida. Gli esami possono essere svolti presso la Motorizzazione o le autoscuole dislocate sul territorio italiano. Per ogni esame è necessario pagare una tassa per potervi partecipare.

Il corso offerto dalle auto scuole non è obbligatorio, si può infatti conseguire la patente anche da privatista ossia studiando per conto proprio. Se invece hai necessità di eseguirne il rinnovo dovrai nuovamente sottoporti ad una visita medica presentandoti presso gli uffici adibiti nel tuo comune.

Solo se la visita si pasa con un esito positivo allora si otterrà il rinnovo della patente. Per il rinnovo della patente è necessario portare la patente scaduta, il codice fiscale, un documento di riconoscimento e 2 fototessera. Il rinnovo della patente ha un costo che varia a seconda dell’ufficio al quale ci rivolgiamo e a seconda del comune di residenza.

Dove possiamo fare la visita?

Per eseguire la visita medica per il rinnovo della patente dovrai cercare nel tuo comune di appartenenza il centro che si occupa appositamente di questo servizio.

Ogni regione e città a diversi enti al quale si affida per il rilascio della patente, e c’è una lista diversa di medici che possono eseguire anche la visita di controllo per il rinnovo della patente privatamente. Ti consigliamo perciò di controllare le precise indicazioni su dove poter eseguire la visita online sul sito della tua regione di appartenza.

Eventuale cambio di residenza

Nel tempo potrà capitare che tu debba eseguire un cambio di residenza in questi casi la procedura va svolta presso il proprio comune. Sarà poi il comune a trasmettere i dati all’ufficio operativo della Motorizzazione che entro 180 giorni invierà al nuovo indirizzo i vari tagliandi da apporre sul libretto di circolazione della propria vettura.